GUIDA:LA PELLE:prendiamocene cura!

La pelle, o apparato tegumentario, é uno degli elementi più importanti del nostro corpo. Si tratta di un vero e proprio involucro, una membrana entro la quale vengono custoditi organi e sistema scheletrico. Proteggerla e rispettarla é un dovere che tutte noi abbiamo, per evitare danni, molto spesso irreparabili, che potrebbero andare a comprometterne anche il buon funzionamento del nostro organismo (mi riferisco, ad esempio, alle funzioni di traspirazione, antibatteriche, antimicotiche ecc. della nostra cute). A tal proposito é buona norma, almeno periodicamente, effettuare trattamenti specifici presso centri specializzati - da un'estetista per intenderci - da continuare poi comodamente a casa con i cosmetici più adatti. In rete è possibile trovare molteplici prodotti, capaci di soddisfare ogni esigenza, per tutte le tasche e acquistabili comodamente da casa; inoltre, gli acquisti online ci permettono di risparmiare, magari ricorrendo a qualche sito di offerte per cosmetici.

immagine presa da Web
Per capire come curare al meglio la nostra pelle, è importante conoscerne la struttura. In particolare, la cute è formata da tre tessuti: Epidermide, Derma e Ipoderma. L'Ipoderma è lo strato piú profondo, a diretto contatto con i muscoli pellicciai, caratterizzato essenzialmente da adipe, con funzione protettiva agli urti (si avete capito bene!),e di riserva energetica per il nostro organismo. Il Derma é lo strato successivo tra
ipoderma e epidermide. E' vascolarizzato e in esso hanno sede anche le terminazioni nervose, otre alle ghiandole sudoripare e sebacee. L'Epidermide é lo strato più superficiale; esso rappresenta una vera e propria barriera protettiva per gli strati cutanei più profondi, proteggendoci dalle colonie batteriche o micotiche e dal fenomeno della "disidratazione cutanea". La disidratazione é un argomento piuttosto complesso - che andrò a trattare in futuro in maniera più dettagliata; per ora vi basti sapere che grazie al film idrolipidico superficiale, caratterizzato da sebo, sudore e cellule cornee cheratinizzate, la nostra pelle non perde liquidi preziosi per la sua salute, prevenendo in questo modo anche l'invecchiamento cutaneo. Infatti, una perdita ingente di acqua influisce sulla struttura profonda della pelle, andando a ledere il naturale equilibrio della produzione di collagene e di elastina, elementi essenziali per il tono e l'elasticità della nostra cute. L´idratazione della nostra cute è importante soprattutto in inverno, ma esistono vari rimedi naturali per
E´ inoltre importante ricordare che i cosmetici, per quanto possano essere efficaci, agiscono solo a livello dell´epidermide, in quanto le molecole che ne caratterizzano la formulazione sono volutamente troppo grandi per penetrare in profondità. Al contrario, i cosmeceutici sono più efficaci e atti ad agire sugli strati piú interni. Io vi ho riassunto in breve la struttura dell´apparato tegumentario, ma esso é molto piú articolato… l´argomento peró potrebbe essere noioso, soprattutto per chi non ha rudimenti di dermatologia, pertanto non mi dilungo oltre! Ulteriori domande eventualmente potete farle nel mio spazio


Pocanzi accennavo alle tipologie di pelle variabili da persona a persona.
La pelle normale é quella più comune.Appare sana ed elastica,senza particolari problematiche visibili,senza discromie o rughe.Possiamo dire che é tonica,di conseguenza necessita di trattamenti prettamente idratanti.Tuttavia é buona norma curarla con prodotti adeguati all'età,cercando di evenitare eventuali danni dati dal tempo.Una crema antietà andrebbe utilizzata dai 25 anni in poi.
Troviamo poi la pelle sensibile,quella particolarmente predisposta a rossori,eritemi,irritazioni,o in  casi gravi dermatiti.In questo caso andremo ad utilizzare prodotti essenzialmente calmanti e lenitivi,privi di alcool,e idratanti,possibilmente senza profumi che potrebbero scatenare ulteriori reazioni infiammatorie.
Una pelle grassa invece,é caratterizzata da un' eccessiva produzione di sebo,data da fattori predisponenti o ormonali,o aggravanti quali l'utilizzo di prodotti non adeguati alla propria pelle,o pulizie troppo profonde che determinano il cosidetto "effetto rimbalzo" incrementandone la produzione.Ci troviamo in presenza di comedoni,punti neri,pustole e papule in casi più gravi,grani di miglio,e in questo caso occorre intervenire con prodotti dermopurificanti e astringenti,possibilmente disinfettanti e che stimolinoil turn over cellulare.Indicato per esempio il trattamento con acido glicolico ( su esiti cicatriziali),o azelaico.
La pelle secca,puo' essere alipica (ovvero caratterizzata da uno strato grasso superficiale per poi essere disidratata in profondità),o disidratata per carenze di acqua.Anche in questo caso una detersione delicata é utile,mentre fondamentali sono i prodotti nutrienti e restitutivi.
La pelle invecchiata invece puo' essere dovuta a fattori costituzionali o in casi di invecchiamento precoce,al fenomendo del photoaging,ovvero quellla tipologia di invecchiamento causato principalmente da sovraesposizioni solari,agenti ambientali,fumo,e via discorrendo,insomma tutte quelle cattive abitudini che sono nella maggior parte dei casi,cause aggravanti di problematiche di per sé abbastanza risolvibili.
Giocando in questo caso un ruolo fondamentale,tutti quei prodotti che contengano antiossidanti,e che vadano anche in questo caso,a stimolare il ricambio cellulare e la produzione di elastina e collagene.

Insomma,la bellezza parte essenzialmente dalla nostra pelle.Curarla significa far si che anche un semplice makeup, morfologico piuttosto che estetico,risulti di impatto e duri a lungo.La pelle infatti e' come una tavola.Più appare liscia e levigata,maggiore sarà anche la resa dei prodotti di makeup che andremo ad applicare.
Spero di esservi stata utile,per ulteriori domande resto a disposizione!
Powered by Blogger.