Diario di una EX FUMATRICE #3

Anche il #DEF si é preso una piccola pausa natalizia, ma io non ho mancato di certo al mio impegno e ad oggi sono passati circa due mesi da quando ho approcciato seriamente con lo svapo, rinunciando definitivamente alle "bionde". Il mio percorso procede benissimo, specie perche' ho adottato alcune configurazioni che mi consentono di supplire egregiamente le analogiche, senza rinunciare al sentirmi appagata, e soprattutto senza sentirne la mancanza. Ad oggi i miglioramenti che ne sto traendo dal punto di vista fisico sono notevoli: la mia pelle sta gia' riprendendo un colore piu' sano, cosa non particolarmente significativa perche' mi sono sempre curata parecchio e i trattamenti a lungo termine danno sempre risultati), é migliorata di molto la respirazione e cosa ad essa correlata, la mia sinusite si é fatta sentire ma meno prepotente del solito. Ho superato un raffreddore pesantissimo nel giro di qualche giorno senza problemi, cosa che normalmente mi trascinavo per tutto l'inverno, e attualmente mi alzo ogni mattina con il naso libero di respirare, e senza quella pessima sensazione di apnea. Anche il gusto si é accentuato. Adesso sento i sapori realmente, non camuffati dalle cosidette "catramose" o "puzzose" come vogliamo chiamarle ecco!
Non posso dire di aver risparmiato, ma semplicemente perche' essendomi appassionata allo "svapo", ho comprato liquidi, atom e big battery giusto per farmi una piccola selezione di dispositivi a me piu' congeniali a seconda della situazione insomma, ma questo é un altro discorso ed é soprattutto estremamente soggettivo.

Detto questo di cosa vi parlo oggi? Di uno degli atomizzatori che sto sfruttando maggiormente, un atom abbastanza classico ed easy perfetto per chi vuole iniziare a svapare in maniera soddisfacente ed appagante, senza spendere cifroni assurdi insomma. Ve l' ho gia' mostrato nel secondo video dedicato al #DSE ( e che trovate qui) ma per chiarezza voglio parlarne in maniera approfondita anche qui sul blog: si tratta del Nautilus Mini  prodotto da Aspire.
Si chiama "Mini" semplicemente perche' in commercio é reperibile anche la versione piu' grande con un tank (serbatoio) da 5ml anziche' due come questo, e di diametro 22 mm anziche' 19 come il mini. Io consiglio la versione "grande" principalmente ai possessori di big battery piuttosto voluminose. Nel mio caso ho scelto il mini in quanto non mi interessa piu' di tanto la capienza, e lo trovo perfetto abbinato all'Istick di cui vi ho parlato in un precedente articolo (che trovate qui), oltre che per un fatto puramente estetico,(l'atom non sporge dalla batteria ), anche per comodita' dato che questa combo la utilizzo da passeggio mentre quando sono comoda a casa vado di Ipv2s (una big battery molto piu' grande di cui vi parlero' anche sul blog), e attualmente di Subtank, un interessante atom ibrido che puo' essere rigenerato di cui vi parlero' approfonditamente piu' avanti.
Si tratta di un atom che monta resistenze BVC da 1,6 o 1,8 ohm (non scendo nei dettagli tecnici ma BVC significa Bottom Vertical Coil, in parole poverissime indica che la resistenza é posizionata in basso, il che consente un'irrorazione migliore e rischio di secca e quindi di tiri che sanno di bruciato, pari a zero!).
 Per ricaricare di liquido il serbatoio occorre svitare l'atom dal basso, con la stessa operazione che si effettua di solito per cambiare la resistenza (cosa che in media faccio ogni 15/20 giorni  dopo averci svapato circa 40ml di liquido). Da notare la guarnizione sicurissima che consente di sigillare il tank in modo che il liquido non possa fuoriuscire in alcun modo. Altra peculiarita' é la possibilita' di regolare l'aria per rendere il tiro piu' o meno arioso, semplicemente ruotando la ghiera in una delle tre posizioni differenti segnalate dai forellini piu' o meno larghi. A me piace il tiro arioso quindi vado col foro piu' grande, l'ultimo per intenderci.
 Insomma, che dire in modo semplicistico per voi che approcciate allo svapo: si tratta di un atom veramente validissimo, che trovo perfetto come entry level in quanto come ho gia' detto, é appagante e non fa per nulla pesare l'assenza delle analogiche. L'hit (colpo in gola che si percepisce quando fumate una sigaretta e che é caratterizzato essenzialmente dal livello di nicotina presente nel liquido), é buono ma non fastidioso, anche perche' sono sempre a 9mg e per il momento non scendo a meno che non utilizzo altri atom piu' prepotenti, resa aromatica decisamente ottima e vapore quanto basta per creare una svapata piacevole e appagante. Insomma, mi piace molto, e combinato con l'Istick rappresenta un ottimo sistema anche comodissimo da tenere in borsa. L'atom non gorgoglia e non crea eccessiva condensa ma cio' dipende molto anche dal liquido che utilizzate. Non scendo nel dettaglio perche' magari in futuro preparero' un mini dizionario con i termini piu' utilizzati nel mondo dello svapo giusto per chiarire ulteriormente le idee.

MANUTENZIONE:
Come faccio per tutti gli atom che possiedo, evito di lasciare liquido latente nel tank se non lo utilizzo in quanto deteriora la resistenza. Questo é fondamentale. Ogni sera faccio in modo di svapare il liquido restante dopodiche' smonto atom e resistenza e lavo il tutto accuratamente in acqua calda. Dopodiche' asciugo il tutto e rimonto l'atom. I primi tiri saranno a vuoto ma dopo poco la resistenza asciughera' e tornera' come nuova. Ogni dieci giorni poi, provvedo a ripulire il tutto in modo piu' profondo, facendo la stessa operazione e immergendo le varie componenti in un bicchiere di acqua calda con disciolta una bustina di idrolitina (si quella che si compra al supermercato e che serve per fare l'acqua minerale).Bicarbonato di sodio, acido tartarico e malico eliminano ogni incrostazione dovuta ai liquidi e purliscono le resistenze in modo accurato aumentandone notevolmente l'autonomia. Con poche semplici accortezze possiamo mantenere al meglio e soprattutto a lungo i nostri atomizzatori.

Il prezzo del Nautilus mini si aggira intorno ai 25,00 euro, e direi che é un prezzo piu' che adeguato ad un atom cosi valido.


Powered by Blogger.