Diario di una EX FUMATRICE #7: Eleaf Istick 50W SubOhm - ISMOKA

Altra puntata del mio #DEF. Dico la verita', ormai ho perso persino il conto del tempo che è trascorso dall'ultima sigaretta, e la cosa non mi pesa, tutt'altro, mi appassiona sempre di piu', in un crescendo di voglia di scoprire nuovi sistemi, sperimentare nuovi liquidi e creare i miei personalizzati con gli aromi e la base a seconda del mio gusto. Non posso dire che sto risparmiando, ma almeno ho un nuovo hobby decisamente piu' salutare delle analogiche, dette anche "puzzose"!. 
Ad ogni modo oggi voglio parlarvi di uno dei miei ultimi acquisti: la big battery Eleaf Istick di Ismoka (una nostra vecchia conoscenza), ma stavolta da 50 w e adatta al SubOhm. Se vi ricordate, la prima recensione che feci fu della sorellina minore da 20w con la quale mi trovavo discretamente bene ( ve la inserisco qui) . Vi chiederete che fine ha fatto la piccola precedente: nessuna fine, semplicemente l' ho venduta ad un amico per sostituirla con questa decisamente piu' performante.

Ma senza perderci in troppe chiacchiere veniamo al sodo:
 La sostanziale differenza rispetto al modello precedente ( e informo che tra l'una e l'altra é uscito anche il modello mini, e quello da 30w che personalmente non ho proprio considerato!), è il range di voltaggio e wattaggio che la caratterizzano: infatti se la precedente  che ho posseduto poteva andare da 3,00 a 5.5 Volt e arrivare a 20watt, rendendosi praticamente inutilizzabile con atomizzatori con resistenze al di sotto di un Ohm, questa anch'essa varivolt e variwatt ha un range d'azione che va da 2.0 a 10.00 volt e da 5.0 a 50.0 watt con una capacita' di carica di 4400mha (monta 2 batterie 18650 non sostituibili) contro i 2200 della precedente. Il che significa una durata estrema della batteria rispetto alla 20 watt. Tanto per farvi un esempio: batteria arrivata a casa venerdi mattina, e utilizzata in perfetto stile biberon per il resto della giornata, sabato, domenica e lunedi e ricaricata martedi notte....assolutamente perfetta direi!
Certo, c'e' da dire che l'ho utilizzata mantenendo l'erogazione a circa 12 watt in quanto ho montato l'atomizzatore Aspire Nautilus, un atom tranquillo e a mio parere validissimo, che uso come atom quotidiano che richiede un wattaggio abbastanza basso. Logicamente piu' si alza voltaggio e wattaggio, piu' si riduce l'autonomia della big battery ma cio' non toglie che sia una batteria che un minimo di due giorni ad uso intenso se li fa tranquillamente.
Non fate caso alla pellicola "fibra di carbonio" che sistematicamente ricopre i miei dispositivi. Io sono maniacale e detesto l'idea di poter graffiare le batterie con gli anelli. Alla nascita ho scelto la versione silver, ma  disponibile in nero, blu e rosa per chi ama i colori.

Anche le dimensioni, nonostante sia un po' piu' grande della 20w, mantiene delle dimensioni contenute e risulta comunque maneggevole e per nulla pesante da tenere in mano.
83mm x 45mm x 23mm, si adddice perfettamente all'essere portata nelle nostre borsette. Diciamo che é una box elegante e non troppo impegnativa, ad un costo contenuto, di cui parlaremo successivamente.Se dovessi trovarle un difetto, credo sia sostanzialmente la presenza di due batterie 18650 non estraibili, il che significa che a meno che non siate periti elettrotecnici in grado di dissaldare le vecchie e sostituirle con le nuove, una volta scaricate ( si ok, ci vuole almeno un anno abbondante di uso intenso prima che non tenga piu' la carica), va buttata miseramente.

LA DOTAZIONE
All'interno della confezione troviamo, il cavetto USB che ci serve per ricaricare la big battery, volendo anche tramite computer, un adattatore da muro da collegare al cavo USB, un adattatore per atom Ego (anche se ormai chi li utilizza piu'?),  e ovviamente il manuale di istruzioni anche se l'utilizzo é abbastanza intuitivo.

Per regolare i watt (o i volt), basta utilizzare i tastini a freccia, per variare da watt a volt e viceversa,, occorrono tre click del tasto quadrato Fire, per accendere e spegnere il dispositivo 5 click del tasto fire, e viene da se' che lo stesso tasto lo si usa per far si che funzioni l'atom tenendolo premuto.

IL DISPLAY
Piuttosto semplice ma consente di visualizzare i watt o i volt che stiamo erogando in quel momento, gli ohm della resistenza e il corrispettivo in w o v a seconda di come stiamo erogando ( se in w troveremo i v e viceversa insomma). In piu', quando premiamo il tasto fire, appare il conteggio dei secondi della svapata che stiamo facendo (funzione che personalmente non ho mai capito!).

In conclusione:
Mi sto trovando davvero bene, e attualmente é il solo dispositivo tra quelli che ho ( e sono tanti, tranquille a poco a poco ve li proporro'), che utilizzo piu' di frequente in quanto la batteria dura cosi tanto che non ho bisogno di avere un muletto da alternare per arrivare serenamente a fine giornata.
Non é leggerissima ma nemmeno troppo pesante, comoda da impugnare e tutto sommato ridotta nelle dimensioni, da essere portata comodamente in giro senza un eccessivo ingombro.
Eroga perfettamente e per il momento non ho riscontrato alcun tipo di anomalia, quale mancata erogazione o cose simili alla pressione del Fire. Certo, non ci troviamo di fronte ad un circuito eccelso, ma il suo dovere lo fa egregiamente e trovo sia un prodotto assolutamente perfetto, non tanto per i neofiti che di 50 w non se ne fanno nulla, ma per chi svapa gia' da un po', e vuole un bb economico ma al contempo versatile e divertente!
Il prezzo  di 48,00 euro é piuttosto contenuto, io l' ho acquistata su Sosmoke, sito che ormai mi ha conquistata come cliente affezionata, rapidissimo nelle spedizioni, molto affidabile e con prezzi contenuti.Mi trovo molto bene insomma!
Comunque sia, spero di esservi stata utile, e nel caso se avete domande inerenti all'argomento, lasciatele pure nei commenti e sara' un piacere per me potervi rispondere!


DISCLAIMER
Powered by Blogger.