PILLOLE: Giornata tipo di una Fashion Addicted


Sono o meglio voglio diventare una fashion addicted, semplicemente una esperta di moda perché amo la moda che è la mia grande passione. Non ci sono studi specifici per questa professione, io provengo da studi in campo artistico e talvolta mi sento un po' un'autodidatta: ho fatto il liceo artistico nella mia città e adesso seguo master a distanza per approfondire e specializzarmi.
Sono giunta dalla provincia veneta, a Milano che è la capitale indiscussa della moda e ho trovato la possibilità e la fortuna di fare uno stage in una relativamente piccola azienda del settore.” Queste potrebbero essere le aspirazioni o comunque i passi che ogni ragazza appassionata di moda vorrebbe fare, per costruire il suo avvenire.
Quel che è certo, però, è che non sono tutte “rose e fiori” e quindi cerchiamo di capire un po’ quale potrebbe essere la giornata tipo di una fashion addicted.

“La mia giornata tipo è densa e piena di impegni. Al mattino frequento lo stage dove affianco il Trade market manager, che pianifica e controlla la distribuzione dei prodotti, cioè in pratica l'impiegata che si occupa di seguire la spedizione degli ordini ai clienti. Un lavoro un po' poco artistico, e piuttosto burocratico che però mi permette comunque di essere a contatto e di parlare con molti addetti ai lavori. Anche perché condividiamo l'ufficio con il Cool hunter, cioè colui che individua le tendenze del mercato e il Leisure manager, ovvero l’organizzatore di sfilate, eventi e manifestazioni fieristiche. Nel caso della ditta dove frequento lo stage, dato che ė piccolina, le due mansioni coincidono e sono svolte da un unico, indaffarato e simpatico addetto.
Così sono sempre informata sugli eventi, i luoghi delle sfilate, i nuovi designer che presentano le ultime collezioni, le inaugurazioni di open space o le aperture di nuovi store.
Posso prepararmi, quando è possibile, l'agenda del pomeriggio; cerco infatti di seguire tutti gli eventi: dalle sfilate di quartiere a quelle più trendy, alle quali mi introduce il mio simpatico amico. Non avete idea di quante manifestazioni abbiano luogo a Milano e dintorni, in realtà neanche io prima di cominciare questo stage, ne avevo la minima idea.
È importante per una fashion addicted presenziare ad ogni evento per informarsi, capire, cogliere ogni sfumatura delle nuove tendenze, ma anche per farsi vedere, farsi conoscere e magari riconoscere nell'ambiente.

E poi, appena concluso il tour mondano, nel tardo pomeriggio scrivo post e post sul mio blog. Scrivere articoli di moda è ormai più che una passione. Sono diventata esperta. Ho cercato, letto e approfondito ogni sito che dà consigli sulla scrittura. Ho scoperto che scrivere per il web è diverso da scrivere per la carta stampata, i lettori possono intervenire, commentare, correggere. L'interazione con i visitatori modifica un pezzo. Inoltre bisogna suscitate almeno un'emozione, aiutare il lettore a immaginare la sfilata, il nuovo accessorio. Ogni volta che assisto ad un evento ne parlo, do la news quasi in real time, per quanto piccolo sia l'evento, magari l'inaugurazione di un concept store di un giovane, sconosciuto stilista. E questo è emozionante. Ma passo anche ore a cercare sulla rete Breaking fashion news, le rilancio, approfondisco e commento. Una mia passione è quella dei capi che hanno fatto la storia, cerco notizie e informazioni e preparo articoli. Il mio blog ne è pieno. All'inizio avevo poche visualizzazioni, ma non mi sono depressa, ho continuato ad aggiornarlo con contenuti sempre nuovi ed originali, ed ora comincio ad avere un pubblico che mi segue e mi commenta. Una esperta di moda ha bisogno di notorietà perché le proprie opinioni abbiano un peso, ecco perché aprirò a breve anche un canale su You Tube.
Confesso che un po' del mio tempo in rete lo dedico allo shopping online, ma giusto per non perdere le ultime novità e sono più i siti che visito per tenermi aggiornata di quanto gli articoli che effettivamente metto nel carrello.

Infine la sera: studio. Mi sono iscritta ad una università online, proprio come questa visto che mi sa dare la libertà necessaria per seguire tutte le altre mie attività, e attualmente sto seguendo un master a distanza in Fashion creative business. Questo è un corso veramente interessante che permette di conoscere pratiche e modelli di business riferiti al fashion design. Oltre alla parte teorica prevede visite sul campo e partecipazione a fiere. Studiare grazie ad una università telematica, mi permette di conciliare tutte le mie attività. Riesco ad organizzare flessibilmente lo studio. Assolutamente positivo il fatto di non dovermi spostare, la disponibilità on line dei materiali, la quasi assenza di complicazioni burocratiche. Temevo di sentirmi sola invece la disponibilità di un tutor sempre contattabile e disponibile, la presenza di una Community con cui socializzare mi permette di superare dubbi e momenti di incertezza.

E finalmente arriva l'ora di andare a dormire, e domani si ricomincia.”


Powered by Blogger.