REVIEW: Piastra per capelli in vetroresina APALUS

In questo articolo voglio parlarvi di una piastra per capelli piuttosto particolare che ho ricevuto tramite l'azienda produttrice Apalus che possiede il suo negozio su Amazon.  Sapete bene che utilizzo spesso la piastra per capelli, perchè nonostante abbia di natura i capelli piuttosto lisci, preferisco il "liscio spaghetto" quando ho un'occasione speciale. Cerco comunque di limitarne l'utilizzo al minimo indispensabile in quanto avendo i capelli trattati sono ovviamente più fragili ed esposti al danneggiamento.
Perché parlo di "piastra particolare"? Perchè la piastra Apalus  ha le lamelle in fibra di vetro, un materiale che a differenza della ceramica o della tormalina, non asciuga il capello, ma mantiene la giusta umidità all'interno della fibra, permettendo cosi un risultato ottimale, ma senza danneggiare il capello, o limitando comunque di molto i danni se sopposto ad alte temperature.
Ma vediamo di conoscerla nel dettaglio partendo dalla dotazione inclusa nella confezione:
Il prodotto arriva perfettamente imballato in una robusta confezione in cartone. Al suo interno scopriamo che Apalus fornisce assieme alla piastra, una serie di accessori piuttosto ricca:
troviamo infatti due pinze per capelli molto particolari perchè ci agevolano nella creazione della nostra piega, bloccando le ciocche come desideriamo. La particolare forma basculante consente di fermare agevolmente anche i capelli ricci e piuttosto voluminosi, cosa difficoltosa con e pinze per capelli convenzionali.
Troviamo poi una busta in cotone con laccetti dove riporre la piastra, un guantino ignifugo che ci protegge dal calore durante l'utilizzo, e ovviamente il libretto di istruzioni multilingua, con chiare indicazioni d'uso anche in italiano.
Ovviamente troviamo la nostra piastra, accompagnata da un anello in silicone che consente di bloccare le due estremità, una volta utilizzata per riporla più comodamente.
Prendendola in mano per la prima volta, ci accorgiamo da subito dei materiali utilizzati. Abbiamo subito l'impressione di avere a che fare con un dispositivo solido, robusto e costruito seguendo ogni minimo dettaglio utile che ne agevoli l'uso.
Passiamo alle caratteristiche tecniche: la piastra Apalus si accende attraverso l'apposito tasto con una semplice pressione. E' dotata di un comodo display che ci indica la temperatura, regolabile attraverso gli appositi tasti.
Essa parte da una temperatura minima di 80°C che si raggiungono in meno di un minuto una volta acceso il dispositivo, fino ad arrivare ad un massimo di 230° gradi raggiungibili in meno di 3 minuti.
La piastra è dotata di un blocco del display che si attiva automaticamente dopo 5 secondi dall'ultima regolazione di temperatura: questo consente di mantenere costante la temperatura stessa, prevenendo eventuali variazioni dovute alla pressione accidentale dei tasti.
Vi è poi un sistema di spegnimento di sicurezza che manda in "off" il dispositivo dopo 60 minuti di inutilizzo. In questo modo evitiamo di rovinare la nostra piastra qualora la dimenticassimo accesa prima di uscire.
Il cavo di cui è dotata con spina europea,è lungo 2.5 metri, lunghezza considerevole che ci consente di utilizzare la nostra piastra anche se la presa di corrente non  propriamente vicina. L'attacco del cavo è inoltre girevole, il che ci consente di ruotare la piastra nel caso decidessimo di creare dei boccoli, senza rischiare che esso si annodi o si ingarbugli.Troviamo anche un'asola per consentirci eventualmente di appenderla.
 Ma veniamo alle piastre in vetroresina vere e proprie: come ho gia' detto ad inizio articolo, questo particolare materiale risulta differente dalla ceramica classica in quanto oltre a distribuire uniformemente il calore lungo la ciocca di capelli, mantiene la naturale umidità della fibra capillare e di conseguenza non va in alcun modo a seccare la chioma arginando di molto i danni dovuti all'esposizione ad un calore eccessivo.
Se guardiamo infatti nel dettaglio, possiamo notare che le lamelle basculanti (grazie a questo è possibile inclinando la piastra, realizzare boccoli o capelli mossi) possiedono una trama ruvida e non liscia come al contrario hanno le piastre convenzionali: questo consente appunto di ripartire in maniera ottimale il calore sulla ciocca che andiamo ad inserire al loro interno, senza sottoporla a stress eccessivo.

Ma per concludere, ora che abbiamo analizzato le caratteristiche tecniche e strutturali, veniamo a quelle che sono le mie impressioni.
La piastra Apalus mi è piaciuta, e dico la verità, abituata alle mie Ghd di cui una Platinum il confronto mi faceva non poca paura ed ero comprensibilmente prevenuta.
Tuttavia la smentita c'e' stata: sia chiaro, non sono nemmeno lontanamente comparabili perche' Ghd non teme confronti, ma il risultato finale che ho constatato utilizzando questa, mi ha soddisfatta. La prima impressione a contatto con i capelli è quella che scaldi di meno. La ciocca di capelli esce dalle lamelle non dico tiepida ma non esageratamente calda, Tuttavia basta una sola passata per ciocca, agevolandosi con un pettine a denti stretti, per ottenere un bel liscio a piombo, luminoso e brillante, privo di crespo. Per quanto riguarda il risultato finale, posso dire che somiglia molto a quello che ottengo con la mia Ghd. L'unica differenza sta nella tenuta della piega, che dura si, ma in condizioni di umidità critica, e per "critica", intendo pioggia battente, sui miei capelli tende a mantenersi un po' meno. Sia chiaro, non divento un cespuglio vivente ma il liscio leggermente si gonfia, cosa che con la Ghd almeno sui miei capelli non succede.
Parliamo anche del mosso, perchè con Apalus, seguendo la rotazione del polso e facendo scorrere la ciocca tra le lamelle, si ottengono dei boccoli ben definiti ( vi invito a cercare qualche tutorial su YT perché la tecnica è la medesima per qualunque tipo di piastra!). Tali boccoli, si mantengono abbastanza bene anche senza essere fissati con la lacca, o almeno io ho quest'abitudine perché l'effetto secco della lacca tendo a non sopportarlo. Certo, con il passare del tempo, lasciandoli naturali tendono progressivamente a trasformarsi in onde morbide, ma il risultato mi è comunque piaciuto e ne sono rimasta pienamente soddisfatta.
Concludendo posso dire che se avete un budget ridotto e desiderate una piastra robusta, solida, funzionale e di qualità a dispetto di marchi più conosciuti, Apalus si rivela un'ottimo prodotto.
Il suo dovere lo svolge egregiamente, risulta più delicata e ci consente di avere capelli sempre in piega ad un prezzo non esageratamente alto. La si può acquistare su Amazon a 49.90 euro.

DISCLAIMER
 Il prodotto mi e' stato inviato in forma di OMAGGIO al fine di testarlo,valutarlo e recensirlo,in maniera quanto piu' oggettiva possibile,ovviamente basando il tutto sulla mia esperienza personale.Cio' non ha in alcun modo influenzato la mia opinione a riguardo,e ho valutato il prodotto in questione con la professionalita',l'onesta e la schiettezza che caratterizza le mie reviews


Powered by Blogger.