L’olio di ricino è un olio vegetale versatile e utile nel trattamento di una vasta gamma di problematiche cutanee e non. Ottenuto mediante processi di spremitura a freddo, si ricava dai semi della Ricinus Communis, specie botanica comune e diffusa soprattutto nei territori dell’India.

L’olio di ricino si distingue per il colore giallo paglierino e una texture particolarmente densa e vischiosa: l’odore e ancor peggio il sapore non appaiono particolarmente gradevoli sebbene proprio la peculiare consistenza ad elevata densità, permette a questo efficace rimedio naturale, di non solidificarsi nemmeno se sottoposto a temperature al di sotto dello zero.

Sotto l’aspetto organolettico, l’olio di ricino vanta elevate quantità di acido ricinoleico, un acido grasso insaturo che contribuisce a conferire tutte quelle proprietà grazie alle quali appare particolarmente apprezzato sia dall’industria cosmetica che farmaceutica e chimica.

Contiene al contempo la ricina, sostanza dall’elevato grado di tossicità se inalata, iniettata o assunta per via orale: tuttavia risulta innocua se introdotta per contatto. Proverbialmente conosciuto come lassativo naturale, l’olio di ricino appare principalmente apprezzato e utilizzato in qualità di rimedio di bellezza in virtù degli innumerevoli benefici e proprietà che lo contraddistinguono.

In cosmesi viene infatti sfruttato con successo per rinforzare i capelli, le unghie e le ciglia rivelandosi un ottimo rimedio per contrastare la caduta, promuoverne la naturale ricrescita e combattere le doppie punte, trattando al contempo i capelli secchi, fragili e sensibilizzati.

L’olio di ricino trova altresì ampio impiego nei trattamenti volti a schiarire le macchie e discromie a carico della pelle, lenire le irritazioni, ammorbidire i tessuti e per favorire il naturale processo di guarigione e cicatrizzazione ove necessario.

Olio di ricino proprietà
Olio di ricino proprietà – Fonte: Reviewbox.it

Olio di ricino proprietà

L’olio di ricino viene in genere utilizzato per via topica, risultando utile nel trattamento di innumerevoli problematiche cutanee quali dermatite, acne, prurito, infezioni mitotiche le più comuni, questo complice l’efficace azione antibatterica e antifungina che concorre nel portare a rapida risoluzione, qualsivoglia infezione dei tessuti superficiali.

La marcata azione anti-infiammatoria gioca un ruolo fondamentale nel lenire irritazioni e arrossamenti: al contempo l’olio di ricino si rivela un ottimo elemento idratante specie se applicato sulla pelle secca e avvezza a screpolature, ove determina un vero e proprio film protettivo in grado di ridurre la dispersione dei liquidi.

La particolare consistenza densa e vischiosa, rende l’olio di ricino perfetto per essere mixato ad altri oli vegetali quali l’olio di semi di lino, di jojoba, di macadamia, questo in modo tale da agevolare l’applicazione promuovendone la scorrevolezza: è inoltre possibile integrare a preferenza, o a seconda delle necessità anche eventuali oli essenziali.

La medesima azione idratante e antinfiammatoria, evidente sulla pelle, può essere esercitata ovviamente anche sui capelli e sul cuoio capelluto: utilizzando l’olio di ricino con costanza, permette infatti di rinforzare la capigliatura, prevenendo la caduta e limitando la formazione di doppie punte.

In ultimo, ma non certo meno importante, l’olio di ricino svolte una marcata azione sebo-riequilibrante: permette di normalizzare progressivamente la produzione sebacea, limitando gli effetti di una pelle grassa e di capelli che tendono ad apparire particolarmente unti anche dopo breve tempo dalla detersione.

Olio di ricino capelli

L’olio di ricino è particolarmente indicato per aiutare a stimolare la naturale ricrescita dei capelli, oltre a svolgere un’evidente azione rinforzante e lucidante sulla capigliatura. Tali proprietà sono di fatto da attribuire all’elevata presenza di acidi grassi omega 6, che apportano nutrimento ai follicoli piliferi, stimolando il cuoio capelluto e promuovendo in questo modo la reattività della fibra capillare.

Per migliorare la salute e l’aspetto dei capelli, è sufficiente massaggiate una modica quantità di olio di ricino sul cuoio capelluto, mantenendolo in posa per almeno 10 minuti prima del lavaggio. Qualora si desideri amplificare ulteriormente tale effetto, può essere senza dubbio utile arricchire l’olio di ricino con 2 gocce di olio essenziale di rosmarino, procedendo con la frizione del preparato per circa 5 minuti, prima della messa in posa.

La cute e i capelli dovranno successivamente essere detersi a fondo e con accuratezza utilizzando preferibilmente uno shampoo rinforzante diluito in acqua tiepida, avendo cura di rimuovere ogni residuo oleoso.Tale pratica dovrà essere messa in atto almeno 1 o 2 volte alla settimana, questo al fine di massimizzare gli effetti benefici dell’olio di ricino per capelli.

In presenza di doppie punte e capelli secchi, l’olio di ricino andrà ancora una volta applicato 1 o 2 volte alla settimana, limitandosi alle estremità dei capelli ed evitandone le lunghezze, lasciandolo in posa almeno 30 minuti prima dello shampoo.

Qualora il cuoio capelluto sia colpito da forfora e desquamazione diffusa, è possibile intervenire, sfruttando l’azione antibatterica e antimicotica dell’olio di ricino. In questo caso è necessario miscelare un cucchiaino di olio di ricino a 2 cucchiai di olio di oliva o di semi di lino, integrando 2 gocce di olio essenziale di tea tree, per poi procedere con un ripetuto massaggio al cuoio capelluto effettuato con i polpastrelli.

Dopo circa 30 minuti di posa sarà possibile detergere la capigliatura come d’abitudine, avendo cura di ripetere il trattamento almeno una volta alla settimana con costanza e regolarità.

Benefici olio di ricino
Benefici olio di ricino – Fonte: parenting.firstcry.com

Unghie fragili che tendono a sfaldarsi? E’ sicuramente utile applicare ogni sera una goccia di olio di ricino, ripartita sulla superficie ungueale, mantendendolo in posa fino al mattino successivo. Rappresenta un trattamento rinforzante in grado di fare miracoli!

Olio di ricino sopracciglia e ciglia

L’olio di ricino si rivela un fedele alleato di ciglia e sopracciglia: applicandone una modica quantità ogni sera prima di coricarsi, avvalendosi di uno scovolino da mascara ben pulito, è possibile rinforzarle e rinvigorirle, oltre a definirne facilmente la forma.

Indicato in caso di frequente perdita delle ciglia, comportata da eccessivo strofinio, e ancora per incrementare la ricrescita delle sopracciglia qualora siano presenti buchi o spazi vuoi dovuti a un uso improprio della pinzetta, l’olio di ricino risulta tra i rimedi naturali più efficaci per ovviare il problema.

Resta tuttavia fondamentale prestare particolare attenzione all’applicazione: meglio evitare il contatto con gli occhi onde evitare irritazioni o rossori diffusi, anche a carico delle palpebre.

Olio di ricino pelle

L’olio di ricino può essere utilizzato ad esempio per preservare le labbra dal freddo, specie durante il periodo invernale dove, proprio gli agenti atmosferici, tendono inevitabilmente a seccarle: in questo caso è necessario scaldare a bagnomaria mezzo cucchiaino di olio di ricino unendo la medesima quantità di burro di karitè. Una volta ottenuto un composto liquido, sarà sufficiente trasferire all’interno di una jar, fino alla completa solidificazione, per poi utilizzare il preparato come un classico balsamo labbra.

Altrettanto utile per migliorare l’aspetto di cicatrici e smagliature, prevenendone al contempo la comparsa, è possibile miscelare 10 g di olio di ricino con 40g di olio di oliva applicando quanto ottenuto sull’area da trattare mediante un semplice massaggio ripetuto quotidianamente.

Efficace nel trattamento della pelle secca, è possibile preparare un valido olio viso o corpo miscelando un cucchiaio di olio di ricino alla medesima quantità di olio di jojoba e olio di oliva: il mix ottenuto potrà essere applicato indistintamente su viso e corpo, modulandone ovviamente la quantità. Sarà possibile ottenere una marcata azione emolliente a breve termine mentre sul lungo periodo, il trattamento aiuterà a ridurre gli effetti dannosi dello stress ossidativo, riducendo piccole rughe e segni del tempo.

L’azione antinfiammatoria, lenitiva e idratante propria dell’olio di ricino, contribuisce a renderlo uno tra i rimedi naturali più adatti anche in presenza di problematiche di carattere dermatologico quali acne, dermatite, psoriasi e seborrea: anche in questo caso applicarne poche gocce, a seconda delle necessità, direttamente sulle aree corporee da trattare.

In ultimo, ma non meno importante, l’olio di ricino aiuta a lenire e ad ammorbidire i talloni secchi e screpolati, semplicemente massaggiandone una modica quantità ogni sera prima di coricarsi: tale azione può essere ulteriormente amplificata se prima del massaggio viene effettuato un pediluvio, e successivamente un impacco di olio notturno, coprendo il piede con un calzino in cotone.

Olio di ricino prezzo e reperibilità

L’olio di ricino, per risultare di ottima qualità, deve essere prodotto mediante processo di spremitura a freddo, questo per non pregiudicarne le proprietà organolettiche e tutte le relative caratteristiche che ne determinano i benefici.

Personalmente sono solita utilizzare per pelle e capelli, l’olio di ricino Naissance, puro, naturale, vegano e privo di OGM, che peraltro, a mio avviso, presenta un ottimo rapporto qualità/prezzo, specie per quanto concerne il flacone vendita da 500ml.

Naissance olio di ricino
Naissance olio di ricino

Privo di ricina, e quindi estremamente sicuro anche a stretto contatto con la pelle, seppur sensibile, si rivela efficace e versatile, permettendo di realizzare maschere, unguenti e impacchi fai da te, sia se utilizzato in purezza, che diluito in altri oli vegetali.

Facile da reperire, l’olio di ricino è generalmente disponibile presso erboristerie, bioprofumerie e negozi equo solidali: io acquisto presso Amazon dove è possibile fruire di prezzi ancor più vantaggiosi e di una scelta sicuramente più ampia anche in termini di formati.



Ti potrebbero interessare anche:

Pin It on Pinterest