COPYRIGHT: Questo sconosciuto!


A dire il vero l'articolo che avevo programmato per oggi era ben diverso da cio' che state per leggere.Tuttavia,mio malgrado,mi vedo costretta a rendere noto, uno spiacevole accadimento che ha coinvolto me,come molte altre colleghe bloggers, affinche' sia da monito a tutte voi,perche' determinate cose é giusto che si sappiano e non vengano "insabbiate" per il quieto vivere,o per paura di sebrare polemici.La polemica ci sta tutta ed é piu' che motivata quando siamo noi ad essere direttamente "la parte lesa",magari come nel mio caso senza nemmeno saperlo...

Ma veniamo al dunque e partiamo dall'inizio ( vi avverto sara' un post lungo e con tutta probabilita' anche noioso,ma voglio che alla fine della lettura,riflettiate anche voi).
Tutto ha inizio ieri sera,quando per puro caso,scorrendo le notizie della mia home di Fb,mi ritrovo a leggere uno status di Chiara Golden Vi0let che dichiara di aver avvistato numerose reviews appartenenti ad altre bloggers,presenti sul portale Diventatester.com ovviamente senza alcun tipo di credito o link che rimandi alle legittime proprietarie ma il tutto firmato da una certa "Erika" (Erika La Matta su Fb,e gia' il nome direi che é una garanzia!).
Personalmente non avevo mai sentito nominare questo portale,che in cambio di reviews,fornisce prodotti omaggio alle iscritte in base a requisiti che onestamente non mi sono nemmeno presa la briga di andare a guardare, ma dato che la curiosita' é donna,ho iniziato a spulciare le numerose pagine presenti e tac! Ecco che spunta la prima review copiaincollata integralmente dal mio blog.Pian piano comincio a spulciare ben bene il sito,e grazie ad alcune ragazze che si so prese a cuore la faccenda e alle loro segnalazioni,ho recuperato 3 reviews mie piu' alcune foto debitamente provate del mio watermark.
Seguendo per tutta la sera la pagina munita di Estathe',mi sono goduta lo spettacolo.Le bloggers colpite spuntavano come funghi,tant'e' che alla fine abbiamo realizzato che la quasi totalita' del portale era costituito dalle nostre reviews.Cito alcune colleghe che si son trovate nella mia medesima situazione (non me ne vogliate se non inserisco tutte,ma ovviamente non ho l'elenco completo di chi é stato coinvolto nella sventura...nel caso lasciatemi pure un commento!) : SunnyMakeup, Beautylandia,Makeuppy,Susy Elfa,Parola di Deirdre,MyBeautyPedia,Claire Louse Oxford,What's in my bag,La Favola russa e potrei ulteriormente continuare data la marea di commenti che si sono scatenati sulla pagina del portale giustamente.
Il numero di "articoli" rubati é stato a dir poco improponibile,e per cosa poi? PER AVERE PRODOTTI OMAGGIO (non beni di prima necessita',non soldi,non farmaci salvavita). A questo punto mi rendo conto che, partendo dal presupposto che a tutti piace ricevere roba aggratis (io non sono ipocrita e non l'ho mai negato), c'e' gente che in questo frangente rasenta il delirio,arrivando addirittura a rubare (perche' di questo si tratta),il lavoro altrui,attribuendosene oltretutto i meriti. E se pensiamo a questa gente che su web si comporta cosi,avete idea di come puo' essere quella stessa persona nella vita reale?Io ho seriamente paura.... 
Inutile dire che prima di iniziare a commentare sulla pagina,esprimendo tutto il mio disappunto,mi son presa la briga di scrivere alla tizia sopracitata che ovviamente ha letto il messaggio ma c.v.d non ha risposto. Vabbe',vivo ugualmente anche perche' mi é bastata la sua giustificazione scritta sulla pagina  qualche ora dopo lo scoppio della "bomba":


Lo ammetto,non mi dispiace dare un volto e un nome ad una persona cosi disonesta perche' é giusto che certe cose si sappiano e vengano il piu' possibile divulgate...per quanto riguarda la risposta,beh,credo si commenti da sola!
A lasciarmi ancora piu' perplessa poi,é stato l'intervento dello staff:

Onestamente mi son sentita doppiamente presa per i fondelli.Io parte lesa,rimproverata col caps di fare polemica con un rimbalzo di colpe a destra e a manca pur di giustificarsi in qualche modo e salvare la faccia.
Zero, se Erika la Matta é stata disonesta e si é appropriata di contenuti altrui,lo staff si é rivelato assolutamente incompetente,incapace di gestire un progetto del genere,che quantomeno andrebbe messo in piedi quando si hanno delle conoscienze di base discrete di come funziona il mondo del web.Non esiste che tu amministratore,pubblichi un contenuto senza prima visionarlo,non esiste che non ti accerti che non sia copiato,ma logicamente l'interesse che ne sta sotto é troppo alto,ed é molto piu' comodo chiudere un occhio (se non due),pur di avere un sito alimentato quotidianamente da contenuti che portano visite,e che conseguentemente portando cash!...poi la provenienza non importa!
A loro forse,ma a me come a tutte le altre colleghe coinvolte importa eccome,e per quel che mi riguarda di fronte a queste cose non ho pieta'.
Bloggo da oltre due anni,e ho sempre fatto l'impossibile pur di gestire il mio spazio in maniera corretta,professionale e PULITA,e vedere il mio lavoro "sfruttato"dalla prima "furba di turno", mi fa aprire la vena.Ancora di piu',mi manda in bestia sapere che tutto questo é successo per incuria e ignoranza di chi é a capo del suddetto portale.Non so alle altre,ma a me delle giustificazioni non interessa nulla,tantomeno delle scuse dopo aver subito un danno in termini di Seo,Indicizzazione,Pagerank e chi piu' ne ha piu' ne metta.
Forse non é ben chiaro il lavoro che c'e' dietro ad un articolo di qualita'...beh, io son dell'idea che prima di fare una cosa qualsiasi,ci si debba accertare di saperla fare...e con questo ho detto tutto!

Se vi state chiedendo se sia ancora arrabbiata,beh si,la sono..la sono perche' per me il RISPETTO -é una regola basilare,sia qui che fuori...il rispetto del lavoro degli altri é sacrosanto proprio perche' in primis so l'impegno che ci metto io,e conseguentemente mi rendo conto che per chi come me ha questa passione,é il medesimo,ne' piu' ne'meno.Investiamo il nostro tempo,energie,denaro per cosa?Per sentirci dire che é stato un errore? Di cosa mi ripaga questo? Di nulla,specie dopo esserti resa conto che chi é a capo del portale, non ha razionalmente deciso di chiudere baracca,ma ha continuato il tutto limitandosi alla cancellazione dei post.Pessima idea,perche' non si tiene conto che gestendo il sito in quel modo, di "Erika" ce ne saranno sempre,e magari tra una settimana,un mese,un anno,si riproporra' la stessa cosa...Io due domande me le sarei fatte,e quantomeno avrei riorganizzato il tutto ex novo,imparando prima a gestire come si deve un progetto del genere.Senza contare gli insulti volati sulla pagina e rivolti a tutte noi dallo stesso staff,una cosa inaccettabile dato che si presume che una persona che gestisce una pagina Facebook,quantomeno sia in grado di gestire i rapporti col pubblico in modo educato e civile,cosa che non ho visto.Ad un certo punto sembrava paraddosale vedere che noi bloggers non eravamo altro che un esercito di isteriche pronte a fare polemica,mentre loro poverini,quelli da capire perche' hanno fatto un errore ahime'..MA A CASA MIA GLI ERRORI SI PAGANO E LE RESPONSABILITA' SI ASSUMONO ESATTAMENTE COME LE CONSEGUENZE DELLE PROPRIE AZIONI...Chiaro staff?
Sta di fatto che sono basita,che se potessi,andrei dritta a prendere personalmente a schiaffi certa gentaglia,convinta sempre di piu' che per avere una tastiera sarebbe necessario un vero e proprio patentino. Purtroppo episodi di questo genere ne ho visti, e ne rivedro' sicuramente...purtroppo andare avanti credendo che la copia non sara' mai come l'originale,non paga,non abbastanza,o quantomeno non ripaga del fegato marcio che mi ci sono fatta.Io il rispetto lo do,ma se permettete lo pretendo anche,se non altro per quello che investo per portare avanti il mio spazio.Credo sia una "pretesa lecita e giustificata" che condivideranno sicuramente le persone che si sono ritrovate sulla mia stessa barca.
Con questo chiudo la parentesi,e concludo prima di passare ad una sorta di guida su come tutelare i nostri contenuti in rete,che da oggi mi attrezzero' per avere un blog "piu' sicuro",cercando quantomeno di arginare o scoraggiare eventuali mentecatti che decidono di prelevare qualcosa senza il mio consenso.Nell'attesa consiglio ad Erika di cambiare pianeta perche' se per caso avra' la sfortuna di incontrarmi,non passera' un simpatico quarto d'ora!!!

Ma veniamo alle cose importanti:

IL COPYRIGHT: QUESTO SCONOSCIUTO

Purtroppo il web é una sorta di giungla.Le restrizioni sono davvero troppo poche e salvo rare eccezioni,non esiste una regolamentazione che sancisca in modo concreto delle basi comportamentali che dovrebbero adottare tutti.
Episodi come quello che ho appena raccontato sono all'ordine del giorno,ma forse in molti ignorano il fatto che appropriarsi di materiale altrui,che siano testi,articoli,foto o altro é un reato.
Il diritto d'autore é tutelato dalla legge 248/2000 che prevede sanzioni amministrative e penali.

Oltre a questo esiste una BLOGTIQUETTE,che non é altro che un insieme di regole comportamentali ed etiche che tutti i blog sarebbero tenuti ad adottare (dico sarebbero perche' in realta' siamo ben lontani dal concretizzare una realta' di questo genere!).

 Purroppo al giorno d'oggi non c'e' limite al peggio e se decidiamo di intraprendere l'onorata carriera di blogger,dobbiamo sapere a priori i rischi a cui andiamo incontro.
Tutto il nostro materiale (nome del dominio incluso),sono facilmente rubabili da chiunque,e purtroppo sono davvero poche le cose che possano tutelarci in maniera concreta.Tuttavia,esistono alcuni rimedi che possiamo adottare per arginare quantomeno il problema.

Per quanto riguarda il nome del nostro dominio e la sua tutela,vi rimando al sito Impresa Pratica dal quale ho carpito le informazioni che state per leggere:
Il solo modo per tutelare il nostro "nome",sarebbe quello di registrarlo come marchio di impresa.Capisco bene che la cosa non sia particolarmente agevole e rappresenti qualcosa di dispendioso ma sta di fatto che la famosa ® andra' a tutelarci al 100% o quasi dandoci la possibilita' di muovere qualsiasi azione legale con successo.

Per quanto riguarda invece la tutela del proprio materiale fotografico,una delle poche cose "sicure" che possiamo attuare é adatto solo a chi é particolarmente smanettone,e consiste nel modificare il codice della foto stessa a livello di server affinche'si ottenga un link di ritorno da chi si appropria del materiale in questione.Mi rendo conto che la cosa non sia particolarmente fattibile da noi comuni mortali e non sono nemmeno certa che si possa fare su piattaforme come Blogger o Wp,ma mi sembrava il caso di menzionare comunque questo sistema a titolo informativo.
Secondariamente possiamo ricorrere al watermark ( la firma sulle foto tanto per capirci),ovviamente posizionata in modo strategico perche' il piu' delle volte "i furbi" tendono a tagliarla e ad apporre la propria.Mi rendo conto di aver peccato di ingenuita' fino a questo momento,apponendolo per estetica lungo la cornice della foto,mettendo su un piatto d'argento,il taglio dello stesso!! Mi serve da lezione.
Per chi non é pratico di programmi digrafica come ad esempio Photoshop,esiste il sito PicMarkr che ci corre in soccorso!

Veniamo poi alla questione piu' spinosa:Proteggere i nostri testi.
Sappiamo bene ormai che disattivare il tasto destro del mouse é una cosa facilmente raggirabile da chiunque.I piu' temerari arrivano a copiare manualmente cio' che gli interessa,percio' una soluzione piuttosto valida é sappresentata dalla fima digitale che rappresenta in maniera inqeuivocabile la nostra proprieta' su un determinato testo.A tale scopo esistono servisi sia gratuti che a pagamento.Menziono DMCA 
servizio gratuito che tutela i nostri contenuti ai quali é buona norma applicare anche la seguente dicitura in allegato al banner di protezione offerto dal sito:
Ecco un esempio:
Copyright (c) 2009-2012 PolvereDiStelle MakeUp - Tutti i diritti riservati. Vietata la copia anche parziale. Ogni abuso derivante dal plagio, dalla contraffazione, la copiatura, la distribuzione, la commercializzazione, del materiale e dei marchi brevettati, lo sfruttamento economico o pubblicitario dei contenuti del blog sarà perseguibile civilmente e penalmente

 Ma cosa possiamo fare nel caso qualche furbo recidivo si ostini a copiare i nostri contenuti?
Ecco cosa ci suggerisce il sito menzionato precedentemente Impresa Pratica
1.Il primo passo é utilizzare il sito DomainTools, nel quale inseriremo il nome del dominio che presumibilmente possiede i nostri contenuti senza "http" ne' "www".In tal modo verremo a conoscenza del nome dell'amministratore del blog in questione.
2.Successivamente é buona norma ricorrere prima alle buone maniere,scrivendo una mail all'amministratore nella quale riporteremo i contenuti di nostra proprieta',intimando di eliminarli totalmente
Nel caso il "furbo"non ne voglia sapere,a quel punto possiamo tranquillamente passare alle "maniere forti" per far valere i nostri diritti:
Se l'amministratore come dicevo pocanzi,non vuole eliminare cio' che é nostro,possiamo ricorrere alla segnalazione di Spam offerta da Google attraverso questo link: si accede a questo modulo dove selezioneremo opportunamente la voce "ho trovato contenuti che potrebbero violare il mio copyright".
Se anche questa opzione non dovesse risolvere il nostro problema,a mali estremi,estremi rimedi,esiste sempre una segnalazione offerta da Google che ci tutela anche dal punto di vista legale,attraverso questo modulo.

Giusto per correttezza vi ripeto che le informazioni sopra riportate provengono dal sito Impresa Pratica dove ho avuto modo di documentarmi sull'argomento.

Insomma,spero con questa filippica di esservi stata utile.Spero al contempo che la faccenda di cui vi ho parlato non svanisca in una bolla di sapone,perche' purtroppo sono dell'idea che queste cose capitino perche' troppe persone lese non fanno valere i propri diritti per non apparire polemiche e per il quieto vivere.Io purtroppo o per fortuna,al mio lavoro ci tengo e sono pronta a difenderlo con le unghie e con i denti se necessario,quantomeno con tutti i mezzi che ho a disposizione e chi sbaglia é giusto che paghi.Dovrebbe sempre essere cosi.
L'importante é NON LASCIAR CORRERE MAI,ma incazzarsi (scusate il francesismo),quando é necessario..
Un ultimo appunto che proprio non ho concepito.Il vedere nel giro di poche ore,che la pagina di tale portale ha avuto il riscontro di almeno una cinquantina di iscrizioni,sintomo che la gente quando sente "gratis" fibrilla,anche perche' non saprei come altro spiegarlo dato che la pagina era libera a prescindere la mi piace,e si poteva tranquillamente leggere e scrivere anche senza il famoso "Pollice"...bah..io spero solo che la gente apra gli occhi...non solo chi legge...a buon intenditore!
Potrei continuare all'infinito,ma lascio le mie ulteriori riflessioni ad un eventuale secondo capitolo della saga...
TO BE CONTINUED...
Powered by Blogger.